mercoledì 3 agosto 2011

Di cambiamenti e tenerezze

L’arrivo di un fratellino/sorellina è sicuramente un cambiamento, uno scompiglio, una tempesta, un evento importante nella vita del primo figlio. E questo  mi era noto, ma non immaginavo che la mia cucciola lo iniziasse a vivere fin da subito, già da un paio di mesi ci sono stati dei leggeri cambiamenti. Sono state le insegnanti dell’asilo a farmelo notare (e ho subito pensato che sono una mamma un po’ distratta ma questo è un altro discorso…):  era più taciturna e seria nei confronti degli adulti e attaccata a me più di quanto già lo fosse (e questo si me ne sono accorta bene!). Si dice che in questi casi la figura del padre sia molto importante ma purtroppo nelle nostre condizioni la sua presenza è scarsa e discontinua e nell’ ultimo periodo, anche durante le sue ferie, la cucciola vuole fare tutto con me e non con il papà. Quando ci sono io lei vuole sono me, non esiste papà, nonna o nonno che sia.  Credo sia tutto normale ma spero che questo un pochino cambierà con l’arrivo del secondo pupo perché io sono solo una, ahimè.
Nel contempo la piccola Lisbeth è tenera e sensibile più di quanto potessi mai immaginare: ogni mattina quando la saluto per andare al lavoro lei mi bacia poi mi alza il vestito e dice: ”Voglio salutare anche il bimbino!” e va subito a baciarmi la pancia.
Delle volte ci appoggia l’orecchio e le chiedo cosa ha sentito, e lei: ”Mi ha salutato, mamma!” e così riesce sempre a farmi commuovere… la mia donnina...



7 commenti:

  1. che tenera che è!!! mi sa che un attaccamento a te ancora più forte è normale, ma è troppo dolce che non trascura il fratellino, che amore!!!

    RispondiElimina
  2. è tenera ma a volte per tante cose è dura con un marmo!!!!!

    RispondiElimina
  3. che bella l'immagine di apertura! Ti seguiremo! Le donne di Cà Versa!

    RispondiElimina
  4. GRAZIE! mi fa molto piacere!!!

    RispondiElimina
  5. Che nostalgia della pancia che mi fai venire! Matilde sta per iniziare la scuola materna, mai come adesso mi sembra GRANDE. La guardo e mi chiedo dov'è finito quel fagottino che mi dormiva sulla pancia o quella bimbotta paffutella che mi dormiva sul pancione, lo accarezzava e gli dava i bacini. sono sicure che Lisbeth sarà un sorella maggiore fantastica :-)

    RispondiElimina
  6. @emy: ciao! anche lei inizia la scuola materna... ancora non mi rendo conto, credo che come sempre sono più emozionata io di lei!! per la pancia: dai magari in futuro potete considerare un terzo!!!

    RispondiElimina